Amore e Amicizia

ico4 nrifattascontorno

Desideriamo amore e amicizia, soprattutto in famiglia, e una buona comunicazione li facilita. Alimentare relazioni efficaci e costruttive richiede comprensione, aiuto reciproco, fiducia, che si comunicano con comportamenti, parole e gesti. Esaminiamo queste dinamiche. Inoltre: come chiedere perdono e perdonare, suggerire e richiedere agli altri cambiamenti in modo costruttivo, cercando prima di tutto di migliorare se stessi.

I giovani troveranno qui anche idee su come approfondire il dialogo tra lui e lei con l’obiettivo di farsi conoscere così come si è e di esprimere convinzioni, valori e sentimenti in modo trasparente.

 

Il primo dovere di un padre verso i suoi figli è amare la madre. La famiglia è un sistema che si regge sull’amore. Non quello presupposto, ma quello reale, effettivo. Senza amore è impossibile sostenere a lungo le sollecitazioni della vita familiare. Non si può fare i genitori “per dovere”. E l’educazione è sempre un “gioco di squadra”. Nella coppia, come con i figli che crescono, un accordo profondo, un’intima unione danno piacere e promuovono la crescita, perché rappresentano una base sicura. Un papà può proteggere la mamma dandole in “cambio”, il tempo di riprendersi, di riposare e ritrovare un po’ di spazio per sé.

Il figlio ha bisogno dell'amore forte dei genitori, fondato sulla volontà: andare avanti quando si ha voglia di mollare, fare le cose senza lamentarsi, quando costa farle. Il figlio ha bisogno dell'amore lieto fondato sul sentimento: il piacere di stare insieme, senza guardare continuamente l'orologio, senza pensare «stare con i figli è noiosetto, però dopo sì che mi diverto: ho un dvd che è la fine del mondo». Ci vogliono tutte e due le cose. E il sovrabbondare dell'una non implica l'altra, non necessariamente. Conviene perciò valutarsi: il mio amore per i figli è lieto e gioioso quando tutto va bene, ma tende a dileguarsi nei momenti difficili, che esigono il mio spirito di sacrificio?

Oppure è un amore robusto e sicuro nelle difficoltà, abituato a sacrificarsi, ma un po’ arido e spento nel manifestare la gioia dello stare insieme? Poi serviranno anni di lotta, in cui applicare la volontà e il buon senso (facilitare le cose con un po’ di astuzia), per avvicinarsi alla completezza. 

Aurelio Romano

https://www.facebook.com/groups/279929062185139/

 

Ronchetto sul Naviglio non è un paese, è un quartiere periferico di Milano: lì abitiamo noi. E' un quartiere di anziani e meridionali: droga quasi non ne circola, la gente non si ammazza, con i coltelli ci si tagliano i peperoni. Qui ci sono coppie di coniugi che stanno insieme da 40, 50 anni e oltre. I figli vengono la domenica, quando nei parcheggi, solitamente ampi, non trovi un buco, come in corso Europa. Colpisce la naturalezza di questi legami, come se restare insieme per tutta la vita fosse la cosa più ovvia di questo mondo. Sembra di sentire san Pietro: «Signore, da chi andremo?», come a dire: «Sono rimasto tutta la vita con mia moglie, e che altro dovevo fare?». E invece dietro a questa semplicità, c'è una vita di lotte, di fatiche, di impegni vissuti insieme, di lavoro fuori casa e in casa. Decine di migliaia di ore trascorse con i figli e per i figli.

Un guizzo di umorismo balena tante volte in questi occhi. Come si potrebbe vivere senza sorridere, senza ridere appena si può?

E d'altronde il buon umore è il premio che riceviamo per la nostra fedeltà.

Aurelio Romano

https://www.facebook.com/groups/279929062185139/

Una sera, mentre la mamma preparava la cena, il figlio undicenne si presentò in cucina con un foglietto in mano. 

Con aria stranamente ufficiale il bambino porse il pezzo di carta alla mamma, che si asciugò le mani con il grembiule e lesse quanto vi era scritto: “Per aver strappato le erbacce dal vialetto: 1 euro. Per aver riordinato la mia cameretta: 1,50 euro. Per essere andato a comprare il latte: 0,50 euro. Per aver badato alla sorellina (tre pomeriggi): 3 euro. Per aver preso due volte “ottimo” a scuola: 2 euro. Per aver portato fuori l’immondizia tutte le sere: 1 euro. Totale: 9 Euro”. 

La mamma fissò il figlio negli occhi teneramente. La sua mente si affollò di ricordi. Prese una biro e, sul retro del foglietto, scrisse: “Per averti portato in grembo 9 mesi: 0 euro. Per tutte le notti passate a vegliarti quando eri ammalato: 0 euro. Per tutte le volte che ti ho cullato quando eri triste: 0 euro. Per tutte le volte che ho asciugato le tue lacrime: 0 euro. Per tutto quello che ti ho insegnato giorno dopo giorno: 0 euro. Per tutte le colazioni, i pranzi, le merende, le cene, e i panini che ti ho preparato: 0 euro. Per la vita che ti do ogni giorno: 0 euro”. 

Quando ebbe terminato, sorridendo la mamma diede il foglietto al figlio. 

Quando il bambino ebbe finito di leggere ciò che la mamma aveva scritto, due lacrimoni fecero capolino nei suoi occhi. Girò il foglio e sul suo conto scrisse: “Pagato”. 

Poi saltò al collo della madre e la sommerse di baci. Quando nei rapporti personali e famigliari si cominciano a fare i conti, bisogna accorgersi che l’amore è malato e bisogna curarlo. L’amore o è gratuito o non è amore.

 

In un posto come Facebook, dove scorrono sotto agli occhi le opinioni degli amici, uno si chiede: se dico al mio amico che non sono d'accordo con lui, perderò l'amico? Così è un po' il fidanzamento: paura di essere conosciuti per come si è, per ciò che si pensa, paura di perdersi.

Perciò il fidanzamento è la grande stagione del mimetismo, dei travestimenti, delle commedie.

Un pochino è inevitabile: tutti abbiamo finto di saperne parecchio su Mozart per fare colpo su una fidanzata amante della musica classica...

Però seriamente: sulle cose importanti bisogna farsi conoscere, parlare, dire, affrontare. Tanto prima o poi salta fuori tutto... 

Quindi non conviene fingere una passione sfrenata per il gioco insieme ai bambini quando in realtà ci costa fatica stare con un bimbo anche solo pochi minuti. 

Quando la verità verrà fuori - e sicuramente accadrà - non sarà un bel momento.

Con la sincerità rischiamo molto meno. Infatti se abbiamo di fronte una persona di valore, constatare per lei che siamo sinceri varrà più dei difetti che riconosciamo di avere.

 

Aurelio Romano

https://www.facebook.com/groups/279929062185139/

Pagina 1 di 2

Domenica, 24/09/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Amore e Amicizia

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.