Compiti a casa: spiegare la lezione ai genitori fa bene alla memoria

Compiti a casa: spiegare la lezione ai genitori fa bene alla memoria

Come aiutare i figli a fare i compiti? Facendoli insieme? Imparando quello che studiano per poi spiegarglielo? Una cosa più…

10 consigli per essere un buon padre

10 consigli per essere un buon padre

Il primo dovere di un padre verso i suoi figli è amare la madre. La famiglia è un sistema che…

“Non è colpa mia!”. Quando i bambini cercano scuse

“Non è colpa mia!”. Quando i bambini cercano scuse

Tutti i bambini cercano delle scuse per giustificare il loro comportamento sbagliato o gli errori. “Non è colpa mia!”, è…

Mamme e papà, giocate con i vostri figli

Mamme e papà, giocate con i vostri figli

I bambini italiani giocano da soli. Solo 4 genitori su 10 condividono con i figli questo momento di crescita e…

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Notizie Opinioni Esperienze

Bambini più sereni con le filastrocche

Dialoghi semplici, ritmo della voce, emozioni piacevoli per unire bambini e adulti nella ricerca della serenità

Recitare una filastrocca ai figli più piccoli (4-7 anni), crea intimità, fiducia, vicinanza, grazie alla musica delle parole: l'adulto e il bambino sono in armonia sul ritmo della voce di chi legge, si attivano insieme i centri del linguaggio, delle emozioni e del movimento. Inoltre, quando al centro della storia si trovano le emozioni quotidiane e le relazioni umane, attraverso dialoghi semplici e vicende serene, il bambino e l'adulto sono uniti nella ricerca concreta di una serenità possibile: non esiste un mondo edulcorato, tutto zucchero e miele, ma viviamo, invece, in una terra "tragica e stupenda" (Paolo VI) che va vissuta e amata nella sua verità, quotidianamente, nel bene che realmente possiamo vivere insieme, l'uno accanto all'altro e l'uno per l'altro. Leggere insieme una storia in versi e in rima, osservare insieme delle illustrazioni "dolci", non aggressive e prive di deformazioni grottesche, può portare poi a giocare insieme, e a interiorizzare così, ciascuno a modo proprio, gli stimoli offerti dalla storia. A questo hanno pensato le edizioni San Paolo progettando la collana "Millerime - Rime e giochi per la gioia", curata dall'associazione veronese Il Passero bianco: la storia di una lucertola timorosa che non sa a chi confidare le sue paure aiuta a riflettere sulla necessità di accettare e di comunicare le proprie paure; la storia di una barca che sogna le montagne porta a comprendere come la vita sappia esaudire i nostri desideri profondi in maniera sorprendente, e a scommettere sulla forza della vita nelle sue diverse stagioni. I volumetti vogliono incontrare le famiglie in questa dimensione di dialogo e di gioia condivisa. L’autore, Lorenzo Gobbi, è stato premiato dall’Accademia Mondiale della Poesia dell'Unesco; Stefania Scalone e Francesca Compri, sotto la direzione di Maddalena Cavalleri, hanno prodotto  illustrazioni e giochi davvero adatti ai bambini e alle famiglie di oggi. In tutte le librerie San Paolo si trovano i primi due volumi, Mina lucertola e Cuore di neve; a giugno le prossime uscite.

La redazione

Benché il suo marchio sia "per sempre" l'amore ha problemi con il tempo. Come se pieno della gioia, della certezza, della vita e della bellezza incamerati nel folgorante inizio, volesse fare un fermo immagine sull'innamoramento e saltare direttamente all'eternità. Invece un mago cattivo, o se volete una fata saggia, lo scaraventano nel tempo, quello fatto di minuti e giorni inesorabilmente legati da un filo di normalità, e lo sfidano ad attraversare ciò che il tempo, scorrendo, porta con sé: il cambiamento. Così l'amore, che nasce come un dono, diventa nel tempo una vera impresa: faticosa sempre, a volte dura. Il principe diventa straccione, il cavallo azzoppato e la principessa piuttosto arruffata.

Leggi tutto...

Vuoi che tuo figlio non gridi quando fa i capricci? Parlagli con calma e con un volume di voce normale, esprimendo il tuo disaccordo con il suo comportamento e chiedendogli di dire quello che sente, senza gridare. Se lo rimproveri alzando la voce peggiori la situazione.

Non si può chiedere a un bambino di fare qualcosa che i genitori non fanno. L’educazione è efficace quando i genitori sono coerenti e cercano di vivere per primi quello che chiedono ai figli.

Leggi tutto...

Giovedì, 26/05/2016

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Home